Garantire la sicurezza sul lavoro con l’intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale per la sicurezza sul lavoro è un settore in continua espansione grazie alle numerose applicazioni delle nuove tecnologie digitali: robotica, autoapprendimento avanzato (deep learning), scienza dei dati, manutenzione predittiva, computer vision.

Si può garantire la sicurezza sul lavoro con l’intelligenza artificiale in diversi campi, come la manutenzione delle infrastrutture (porti, autostrade, ferrovie, complessi industriali), le ispezioni degli impianti, le attività nei grandi cantieri edili, il monitoraggio di siti industriali.

Vediamo allora qualche esempio tra le molteplici soluzioni proposte dall’Innovation Lab di Top Network, società specializzata nel progettare e sviluppare sistemi di intelligenza artificiale in base alle esigenze dei clienti, con l’obiettivo di aiutare le imprese a diventare più efficienti, organizzate, capaci di ridurre i costi operativi e incrementare i profitti.


Più sicurezza sul lavoro con l’intelligenza artificiale dei droni

Un modo di aumentare la sicurezza sul lavoro con l’intelligenza artificiale è tramite l’uso di droni, robot sottomarini e terrestri (Rover) per compiere ispezioni a impianti e infrastrutture, evitando l’intervento umano in luoghi rischiosi, grazie alle soluzioni AI4 Spot e AI4 Pipe di Top Network.

Equipaggiati con sensori multispettrali, termo-camere, sistemi di rilevamento oggetti e intelligenza artificiale, i droni possono svolgere missioni in completa autonomia in tutte le fasi: decollo, acquisizione dati, atterraggio con precisione centimetrica, ricarica.

I droni, quindi, sono alleati preziosi in diverse attività potenzialmente pericolose per il personale umano, ad esempio quando bisogna verificare lo stato di ponti, tralicci, cavalcavia, soprattutto se le infrastrutture sono esposte al rischio di frane, cadute di alberi o massi, allagamenti, intemperie.

Come l'intelligenza artificiale aumenta la sicurezza sul lavoro

L’intelligenza artificiale conferisce a droni/robot alcune capacità cognitive tipiche degli esseri umani, come la capacità di elaborare dati e informazioni collegandole tra loro e permettendo così di sviluppare strategie di manutenzione predittiva. Quest’ultima cerca di predire la probabilità che avvenga un guasto o un malfunzionamento, in base ai dati raccolti sul campo e analizzati da specifici algoritmi, in modo da eseguire le opportune riparazioni e sostituzioni prima che si manifesti un’emergenza (un guasto improvviso).

I droni possono essere impiegati in missioni con rischi elevati per la salute umana, ad esempio per monitorare condotti e cisterne allo scopo di rilevare perdite idriche, sversamenti oleosi o di sostanze inquinanti, potendosi muovere in autonomia e sicurezza anche in ambienti contaminati.


Sicurezza sul lavoro, intelligenza artificiale e riconoscimento immagini

Un altro modo per garantire la sicurezza sul lavoro con l’intelligenza artificiale è con i sistemi di riconoscimento immagini e oggetti proposti da Top Network. Sono molte le possibili applicazioni, tra cui:

  • Monitorare i flussi delle persone in siti industriali, magazzini, uffici, cantieri edili, centri logistici. Si può addestrare un software di riconoscimento facciale a estrapolare i volti da riprese video in tempo reale, per poi confrontare i tratti biometrici con quelli inseriti in determinate categorie di un database, in modo da consentire solamente al personale autorizzato di entrare nelle aree con restrizioni di accesso.
  • Assistere i conducenti nella guida di veicoli tramite il rilevamento biometrico di espressioni facciali che caratterizzano stati fisici come sonnolenza e distrazione, diminuendo così la probabilità che avvengano incidenti.
  • Verificare che il personale esegua correttamente e nella giusta sequenza le azioni previste dalle procedure di sicurezza nei cantieri, ad esempio indossare dispositivi di protezione (caschi, occhiali, guanti) oppure lavare-disinfettare tute e attrezzature per decontaminarle da sostanze nocive per la salute umana. Qui oltre al riconoscimento immagini entrano in gioco anche i software per l’analisi dei movimenti.
  • Rilevare situazioni di potenziale pericolo per le persone nei cantieri e nelle aree in cui sono svolte operazioni di manutenzione agli impianti, come il transito di mezzi pesanti e la presenza di carichi sospesi. L’intelligenza artificiale può mandare automaticamente segnali di allarme sui dispositivi mobili del personale sul campo (tecnici, operai, responsabili di cantiere eccetera) così come registrare video-foto da trasmettere in tempo reale su piattaforme IoT.


New call-to-action