Controllo accessi in sicurezza con TopNetwork

La sicurezza del controllo degli accessi ai siti industriali, ai cantieri, ai magazzini o agli uffici, non è soltanto una delle voci nel budget aziendale. Quando risulta necessaria, a seconda della tipologia degli impianti, o in seguito a uno studio dei fattori di rischio, diventa una vera e propria prerogativa essenziale.

Per tutelare i beni aziendali o i dipendenti stessi, si è sempre affrontato il problema attraverso il classico approccio passivo. Il materiale è custodito in un’area protetta da porte o da guardie, le aree pericolose sono interdette ai dipendenti non specializzati tramite varchi da superare. Questi sono i sistemi che, in modo più o meno elaborato, abbiamo ereditato dai secoli passati.

Ma quali sono i metodi più innovativi per gestire in modo sicuro gli accessi nel mondo dell’industria 4.0?


TopNetwork e il controllo degli accessi in sicurezza

Una videocamera intelligente in grado di riconoscere chi sta inquadrando, o di decifrare il linguaggio del corpo di chi si ritrova ad attraversare una determinata area. Un carrello elevatore che smette di funzionare se lascia una zona specifica di un magazzino. Una serie di droni in grado di controllare un cantiere. Uno scatolone che può avvisare se viene maneggiato nel modo sbagliato. Tutto questo non è fantascienza, ma è la realtà della sicurezza aziendale nel mondo dell’AI.

Integrando l’intelligenza artificiale con la robotica, l’Internet of Things e le tecnologie satellitari è possibile strutturare un’architettura dinamica, coordinata e funzionale alla sicurezza aziendale.


Il controllo, la sicurezza e gli accessi con il controllo biometrico

Connettere delle telecamere intelligenti e dei sensori a una Rete Neurale Convolutiva, non significa soltanto insegnare a un software come riconoscere volti e oggetti.

Significa abbandonare l’antico concetto della sicurezza passiva, dove era necessario, per esempio, visionare ore ed ore di filmati in seguito a un furto, o per ricostruire le dinamiche di un imprevisto. Questo tipo di controllo, autosufficiente e gestito dall’intelligenza artificiale consente di identificare immediatamente un comportamento rischioso o un furto in atto. Regolare gli accessi tramite il controllo biometrico permette di archiviare una volta per tutte badge da strisciare, password da memorizzare e comporre su dei tastierini, ronde notturne e tutte quelle pratiche dispendiose e impegnative per le risorse umane.

TopNetwork è in grado di strutturare questo tipo di sistemi, tailor made a seconda delle specifiche necessità aziendali.


Il controllo degli accessi in sicurezza, alcuni case history

Grazie all’implementazione dell’AI e delle tecnologie avanzate descritte prima, TopNetwork ha sviluppato diversi progetti per altrettante aziende.

Oltre alla ricognizione di aree specifiche e di cantieri, uno dei sistemi integrati di sicurezza realizzati è in grado di, attraverso dei sensori a termocamera, rilevare la presenza di determinate sostanze nell’ambiente. La finalità è identificarne la presenza geografica, stabilendo così la fonte di emissione.

Su una vasta area occupata da una raffineria, vittima di diversi furti di carburante, è stato proposto un pacchetto tecnologico che comprende sia telecamere fisse che droni. Tutti dotati di computer vision per il riconoscimento di volti, oggetti e la presenza di animali. È l’AI stessa che determina il grado di allarme da diffondere in funzione della violazione rilevata. Con questo tipo di sistema si solleva l’operatore umano dallo stress dei lunghi turni di guardia, e tutti i sistemi sono modificabili, aggiornabili e coordinabili da remoto, tramite una App specifica o con dei semplici programmi di messaggistica. Le chiavi di crittografia e la tecnologia Blockchain rendono i sistemi e le informazioni trasmesse del tutto sicure e a prova di intrusione.


New call-to-action